LA STORIA DELL'ECYD

Nel 1960, Dio mette l’ECYD (Educación, Cultura y Deporte) nel cuore d’un gruppo di adolescenti messicani, che sentirono l’invitazione di dio a collaborare in una grande missione:  far sì che Cristo regnasse nei loro cuori e nei cuori delle persone intorno a loro.

Proprio come nel Regnum Christi, nel 1970 questi adolescenti esprimono il loro impegno con Cristo nelle prime incorporazione all’ECYD.

La loro vita di autenticità e la testimonianza del dono di sé, cominciarono a contagiare altri giovani ogni volta più numerosi.  Intorno al 1972 e 1973 esistevano adolescenti dell’ECYD in Italia, in Spagna e nel Messico, e poco tempo dopo, anche negli Stati Uniti.  Alla fine degli anni ‘80 c’erano più di 3,000 adolescenti nell’ECYD che rispondevano all’invitazione di Cristo di essere suoi apostoli.

Siccome i numeri crescevano, si è vista la necessità di mettere per iscritto e dare forma allo spirito che vivevano.  È così che nel 1983 si scrivono i primi statuti dell’ECYD, i quali ne definiscono la natura e danno spunti di spiritualità e organizzazione a livello generale e locale di ogni club.

L’ECYD, sotto la direzione del Movimento Regnum Christi, voleva essere un aiuto per scuole e famiglie e anche per vescovi e parroci.  Questi statuti mettevano in grande rilievo all’alleanza che gli adolescenti sigillavano con Cristo e la testimonianza di vita apostolica che ne scaturiva.

Nell’anno 2000, c’erano ormai decine di migliaia di membri provenienti di tanti paesi.  E è in quell’anno che nacque il Catholic Youth World Network (CYWN) per radunarli tutti in una sola rete internazionale di clubs.

Ormai, gli adolescenti del 2000 non erano più come quelli degli anni ‘60.  Perciò, nell’anno 2008, una commissione fatta da membri del Regnum Christi propone una nuova prospettiva d’accompagnamento dei membri da parte dei formatori dell’ECYD, in modo tale di poter meglio capirli e accompagnarli.

Come risultato di questo, si decide di cambiare il significato del nome ECYD.  Dove prima c’era “Educazione, Cultura e Sport”, ormai di diceva (in spagnolo) “Encuentros, Convicciones y Decisiones” (Incontri, Convinzioni e Decisioni), perché così si esprimeva meglio il dinamismo formativo proprio dell’ECYD.

Nel 2015, come frutto d’una riflessione e un ascolto attento della propria storia, si comincia un processo di revisione degli statuti dell’ECYD, dove si prendono in considerazione tutti i documenti e le esperienze passate, così come i contributi dei territori.

Questi statuti dell’ECYD descrivono come l’adolescente vive l’alleanza con Cristo nell’ECYD, il suo spirito e il suo modo di organizzarsi, e definisce l’ECYD come “il carisma del Regnum Christi vissuto da adolescenti

ALTRI MODULI DISPONIBILI


«Vivere l’ECYD significa fare l’esperienza di un carisma che si incarna in uno stile di vita e missione.
È la gioia che scaturisce nell’adolescente che scopre di essere amato e chiamato da Gesù Cristo;
è l’iniziativa e creatività che si accendono in lui quando scopre di essere al centro di una missione che guarda all’eternità;
è quello che succede dentro di lui, quando capisce che può vivere un cristianesimo autentico e attraente, lasciando così una profonda impronta nel mondo di oggi;
è la forza che gli viene dall’essere parte di un gruppo di amici con cui condivide gli stessi ideali e soprattutto la fede».

 

– EPILOGO DEGLI STATUTI –